Sito   Serra S'ilixi
click sulle foto per ingrandirle
Tipologia MINIERA
Comune San Vito
Provincia CA
Descrizione
 
LA MINIERA DI SERRA S’ILIXI


L’area mineraria di Serra S’Ilixi è situata nel territorio comunale di Burcei (CA). Le prime esplorazioni del sito furono realizzate da ricercatori locali nel 1870. In seguito, i vari permessi furono ceduti a Leon Gouin, garantendosi i diritti allo sfruttamento. Egli proseguì le ricerche fino a ottenere la dichiarazione di scoperta nel 1886. Tre anni dopo la Societè des Mines du Rio Ollastu, di cui era socio, ottenne la concessione mineraria.
La mineralizzazione fu individuata su un filone affiorante, che si estendeva per oltre due km, lungo il Rio Ollastu, la cui colonna mineralizzata era incassata tra gli scisti dell’Ordoviciano-Siluriano. Per poterla coltivare, fu scavato un pozzo profondo oltre 140 metri. Questo era collegato a ben sette livelli, di cui tre sopra l’alveo del fiume, mentre i restanti quattro erano al disotto della linea di scorrimento. I lavori di coltivazione dei livelli sopra l’alveo si svolsero agevolmente, mentre quelli sottostanti, le difficoltà si dimostrarono insuperabili, a causa delle infiltrazioni d’acqua. La coltivazione sul quarto livello fu portata avanti frettolosamente, con l’obiettivo di utilizzare la galleria come canale di eduzione delle acque filtranti, ma i lavori furono abbandonati, preferendo aprire i livelli sottostanti.
I lavori di coltivazione al quinto livello presentarono grandi difficoltà, tanto da costringerli ad abbandonare i lavori. Il mancato incanalamento delle acque nel livello superiore, infatti, creò diverse infiltrazioni d’acqua che permeava a tal punto gli scisti da renderli franosi, con grossi rischi per la vita stessa degli operai. Anche i livelli sei e sette seguirono la stessa sorte, di conseguenza i lavori di coltivazione non giunsero mai a interessare la parte ricca del giacimento. L’incapacità a imbrigliare le acque del fiume portò la società ad abbandonare la miniera. Della breve storia di questa miniera, possiamo comunque citare alcune cifre importanti:.......................
Anni...........Operai...........Tonnellate minerali d’argento
1889............101.........................17-
1891............238........................176-
0000.............54..........................3-
1902.............00.........................21-
Dagli anni 30 in poi si susseguirono altre società, tra cui l’ILVA, la FERROMIN e la RIMISA. Quest’ultima dal 1953 al 1957 condusse nuove ricerche, purtroppo con esito negativo, sospendendo tutti i lavori.


 

Indietro
Annabergite
Baryte
Calcite
Cerussite
Chalcopyrite
Chlorargyrite
Epidote
Erythrite
Fluorite
Galena
Polybasite
Proustite
Pyrargyrite
Pyrite
Pyromorphite
Quartz
Silver
Sphalerite
Stephanite