Sito   Tuviois
click sulle foto per ingrandirle
Tipologia MINIERA
Comune San Vito
Provincia CA
Descrizione
 
LA MINIERA DI TUVIOIS


La miniera di Tuviois è situata lungo la valle incisa dal Rio Su Predi, appartenente al territorio del comune di Sinnai (CA), distante circa 15 km da Burcei.
Nell’area furono eseguite alcune esplorazioni nei primi anni del 1800 per individuare affioramenti mineralizzati. Nel 1885 fu accordato un permesso di ricerca per galena argentifera a Pietro Pilleri Deiana, che iniziò le sue ricerche lungo uno scavo iniziato in precedenza da un certo Matana, e precisamente in località “Tuvu de Ois”. In seguito, persistendo nelle sue prospezioni, individuò la mineralizzazione in località “Arcu de Predi”. Egli poi cedette i permessi al reverendo Francesco Sollai, già detentore di altri permessi nella zona. Il filone, individuato dal Pilleri, era mineralizzato a galena, in paragenesi con scarsi minerali argentiferi, con direzione NO-SE.
Il permesso fu ceduto al signor D. Vargiolu che, grazie alla sua esperienza, concentrò le sue attenzioni sui banchi di quarzite affioranti a “Bruncu is Ispanus”. Individuate le zone più promettenti, iniziò gli scavi che nel giro di due anni le valsero la dichiarazione di scoperta.
Nel 1888 i diritti furono acquisiti dall’ingegner Traverso per conto della Società di Lanusei, ottenendo anche la concessione allo sfruttamento. I lavori di coltivazione delle vene durarono solo pochi anni, poiché pur essendo molto ricche, erano presenti in estensioni limitate. In questo periodo vennero occupati oltre 120 operai che scavarono oltre 1500 metri di sottosuolo. Ai primi del 1900 la società di Lanusei, costatato l’esaurirsi dei filoni e l’anti economicità della gestione, chiuse la miniera.
Alcuni anni dopo, le azioni della Società di Lanusei passarono alla società di Malfidano, che nel 1906 smantellò tutti i macchinari e rinunciò alla concessione della miniera.
Negli anni che seguirono, in molti si prodigarono nel tentativo di riattivare l’attività produttiva. Nel 1934 la Società di Montevecchio realizzò alcune trincee lungo le sponde meridionali del rio Tuviois. Le mineralizzazioni a solfuri misti non destarono interesse alcuno per la società, anche se in seguito furono sfruttate da una ditta privata di proprietà del signor L. Murgia, che vi lavorò fino al 1941.
Nel 1959 la società IN.CO.MI. di Cagliari eseguì lavori di ricerca per minerali di fluoro, seguita poi dalla MI.RI.VA. Spa, che non pervennero a risultati tali da garantire l’economicità della ripresa dei lavori. Nel 1972 anche l’interesse della società di Monteponi si rivelò privo di consistenze, tale da porre fine a qualsiasi possibilità di una eventuale ripresa dei lavori.

 

Indietro
Argentopyrite
Baryte
Calcite
Cerussite
Chalcopyrite
Chlorargyrite
Dolomite
Fluorite
Galena
Polybasite
Proustite
Pyrargyrite
Pyrite
Quartz
Siderite
Silver
Sphalerite
Stephanite
Tetrahedrite