Sito   S'Argentaria - Guzzurra
click sulle foto per ingrandirle
Tipologia MINIERA
Comune Lula
Provincia NU
Descrizione
 
LA MINIERA DI S’ARGHENTARIA

La miniera di S’Arghentaria si trova nell’area del Monte Albo, nei pressi di Lula (NU). Questo territorio della Baronia era già stato esplorato in epoca romana. Si può raggiungere percorrendo la strada statale Lula - Sant’Anna; giunti nei pressi della cantoniera di Janna e Rughe, si prosegue per la strada che s'inoltra lungo la valle. Dopo aver percorso alcuni chilometri, s'incontra un cartello di legno che indica la miniera di Arghentaria, proseguendo si giunge direttamente nel piazzale antistante al rudere della vecchia laveria. Nei dintorni sono presenti i resti delle attrezzature della miniera.
Questo giacimento venne coltivato per estrarre minerali di piombo, zinco e argento. Non molto distante si trova la miniera di Guzzurra.

LA MINIERA DI GUZZURRA

La miniera di Guzzurra si trova nel territorio comunale di Lula (NU). Si raggiunge percorrendo la strada statale Lula –Sant’Anna; giunti all’altezza della casa cantoniera di Janna e Rughe, si prende la strada sterrata, che s'inoltra lungo la vallata e che porta direttamente alla miniera. Il giacimento minerario, costituito da solfuri di Pb, Zn e Ag, fu scoperto nel 1867.
La concessione allo sfruttamento venne data alla Ditta Marsigliese, di proprietà degli imprenditori Pasquale Signe ed Enrico Giraud. Per coltivare il giacimento furono scavate delle gallerie lungo una serie di filoni quarzosi incassati sugli scisti. Il minerale estratto era cernito e sottoposto a una prima frantumazione manuale, o passava direttamente alla macina. Il prodotto era trasportato lungo una carrareccia di 36 chilometri con destinazione la spiaggia di Siniscola. Nel 1870 fu realizzata una fra le prime laverie meccaniche della Sardegna. Nel 1913 la miniera passò alla Società Gennamari – Ingurtosu, che ebbe uno scarso interesse al proseguimento dello sfruttamento della miniera, tanto da chiuderla definitivamente nel 1920. Nel 1960 la RIMISA tentò di riattivarla, ma con scarsi risultati.
 

Indietro
Azurite
Baryte
Bournonite
Fluorite
Galena
Malachite
Pyrite
Quartz
Sphalerite