Sito   Brecca
click sulle foto per ingrandirle
Tipologia MINIERA
Comune San Vito
Provincia CA
Descrizione
 
LA MINIERA DI GENNA FLUMINI (BRECCA)


La miniera di Brecca si trova nel territorio comunale di San Vito (CA) ed è raggiungibile percorrendo S.S. 387 che dal paese conduce a Ballao. Al Km 87 si svolta a destra e si prosegue, sempre su strada asfaltata, per qualche chilometro fino a giungere al piccolo borgo di Brecca. Sono presenti alcune abitazioni private e qualche struttura in precedenza asservita alla miniera.
E' stata dichiarata scoperta con D.M. del 1889, a seguito della domanda presentata da un imprenditore inglese, un certo John M. Moss. Costui, nel 1980, cedette i diritti di scoperta alla società Johonson Mattey & C., ottenendo in cambio la nomina di rappresentanza della società in Sardegna. Egli, il 18 febbraio del 1890, presentò per conto della società una domanda di concessione mineraria per la coltivazione di minerali di piombo e argento. La concessione fu accordata il 5 aprile 1891 per una superficie di 394 ettari. L’area era stata già data in concessione, in precedenza, per la coltivazione di minerali di antimonio. Le nuove ricerche si svolsero nei pressi dei lavori eseguiti in precedenza, lungo le sponde del rio Brecca, a una quota di circa 200 m. slm.
Le ricerche interessarono alcuni filoni con direzione nord-sud, tagliati da un altro filone con direzione est-ovest, che erano incassati entro i porfidi mineralizzati a scarsa galena argentifera e pirite, in ganga mista a fluorite barite, quarzo e rara calcite. Lungo questi filoni furono improntate una serie di gallerie tra i due lati del rio Brecca.
Nel filone est-ovest fu realizzata una galleria, lunga 138 m., denominata "galleria Flumendosa". Durante l’esecuzione dei lavori, furono intercettate due lenti mineralizzate ad argento nativo e, per esplorare meglio il giacimento, costruirono altre due gallerie: una di ribasso e l’altra a qualche metro sopra il letto del Flumendosa. Quest’ultima galleria, oltre a intercettare in profondità tutti i filoni, era destinata al carreggio, in previsione di un’attività di coltivazione consistente. In totale furono scavati 775 m. lineari di gallerie.
Nel 1904 la società cedette nuovamente i diritti sulla miniera a John M. Moss che, dopo alcuni anni, fu costretto a interrompere ogni attività.
 

Indietro
"Tormalina"
Anglesite
Arsenopyrite
Cerussite
Chlorargyrite
Fluorite
Galena
Kermesite
Pyrite
Scheelite
Silver
Stibiconite
Stibnite
Sulphur